Personal Fundraising

E’ la metodologia che noi usiamo. Di cosa si tratta?

Se doniamo i nostri 20 € ad una nostra Onlus, in genere ci fermiamo lì. Abbiamo fatto quello che potevamo. Cosa potremmo mai fare di più?

Il personal fundraiser è quello che, invece, va anche da tutti i suoi amici e chiede loro (per esempio) 1 o 2 € a testa per la stessa buona causa. Alla fine, avrà raccolto e donato molto più dei suoi 20 €.

Il personal fundraising nasce dal basso e  trasforma ogni donatore in un fundraiser.
E’ stato Paolo Ferrara, Responsabile Comunicazione e Raccolta Fondi di Terre des Hommes, a darne la definizione: “ll personal fundraising è la possibilità, attraverso gli strumenti del social networking, di trasformare ogni donatore (di soldi o di tempo) in un fundraiser senza intermediari, con modalità più o meno decentrate, e in maniera assolutamente trasparente”. 

Il nostro presidente ne scrive sul blog di Rete del Dono, la piattaforma per la raccolta di donazioni online a favore di organizzazioni non profit. Ecco i suoi post. 

Noi siamo in tanti, e con i nostri amici siamo ancora di più. Con pochi euro a testa raccogliamo piccole somme con le quali le Onlus riescono a fare grandi cose.